Immagini da ponte in ferie

Ore 7.30. Nanetto urlante e piangente che ribadisce con fermezza la sua volontà di non voler andare all’asilo. Principio di mal di testa. La mia testa. Stanchezza da fine giornata quando invece la giornata è iniziata solo da un’ora. Domanda: “Ma dov’è finita la felicità del ponte appena trascorso a casa?”.

Nella mia mente riappaiono immagini dei giorni scorsi.

La prima è la nebbia fissa che ha avvolto la casa in tutte e quattro le giornate nonostante i ricambi d’aria con le finestre aperte. Appena svegli il primo che ci dava il buongiorno era l’apparecchio dell’aereosolterapia . Ci aspettava sornione con la certezza di chi ormai fa parte della famiglia. Colazione e poi subito via coi turni dell’aeresol! “Prima papà, poi mamma, poi io” stabiliva il Nanetto. Da lì la nebbia fissa.

La seconda è il sushi. E’ vero, il marito ed io non eravamo al massimo della forma, ma era da mesi che aspettavamo un pranzo a base di sushi senza bimbo e avevamo chiesto le ferie appositamente perciò nulla ci avrebbe fermato! E sushi fu! Parecchio sushi, tant’è che il marito che alla fine del pranzo  mi ha sussurrato dolcemente: “Ma lo sai che non tutte le donne riuscirebbero a mangiare così tanto?”.

La terza è inerente alle torte di compleanno: ben due feste in quattro giorni! C’è chi compiva due anni e chi trenta come mio fratello. Il nanetto si è divertito molto: gli piacciono gli eventi mondani!

La quarta è legata all’espressione un filo arrabbiata del marito quando, all’uscita dal box, ha scoperto una gomma a terra delle sua macchina mentre io candidamente confessavo : “Ah, sai che ieri è uscita la spia della pressione delle gomme? Poi in realtà avevo guardato ed era tutto ok!”. Ecco, il marito sosteneva come io avessi dovuto dirglielo subito, che in questo modo avrebbe evitato di cambiare la gomma e che non posso sempre usare la macchina solo per trasporto ma guardare anche tutto il resto (manutenzione, assicurazione e bla bla bla). Ammetto, ma solo a voi, che poteva anche aver ragione se non fosse stato presente il Nanetto che in quel frangente era evidentemente posseduto da un essere malefico. Quando si era accesa la spia era già da 45 minuti che sopportavo le sue urla e appena scesa dalla macchina ha continuato fino a che non si è addormentato. Quattro ore di “Adesso basta!”, “Smettila!”, “Non sono la tua serva!!!” e “Non sono nemmeno il tuo portantino!!!” corredati da lotte greco-romane sparse tra una frase e l’altra nel momento della vestizione/svestizione. Capite che dinnanzi a tutto ciò la spia della pressione delle gomme dell’auto era stata totalmente rimossa dalla mia mente che era impegnata a fronteggiare un attacco costante al suo equilibrio psichico !

La quinta è rappresentata dalla nonna di un amico del Nanetto. Sabato, merenda e pizzata a casa di una coppia di nostri amici con bimbo coetaneo del nostro. I bimbi giocano. Inizio un discorso senza finirlo con la mia amica. Riprendo il nanetto. Riparto con un altro discorso con il mio amico. Gioco a pesca coi bimbi mentre ascolto due conversazioni differenti. Mi alzo e vado a recuperare l’ennesimo fazzoletto di carta per soffiare il naso ed è lì che la nonna mi fissa con sguardo amorevole e mi dice: “Quanto è bella lei. E’ sempre bellissima!. Mi sono davvero affezionata a voi!” e mi abbraccia. Io, che non stavo benissimo, anzi. Io, che mi sono presentata in leggins e maglioncino perché non avevo nemmeno voglia di pensare ad un outffit alternativo. Io, che non mi ero nemmeno truccata (non che normalmente si noti il mio trucco). Io, con il naso rosso e la pelle screpolata a causa del raffreddore. Beh io, in quel frangente, non ho potuto fare altro che rispondere all’abbraccio stupita ma anche emozionata.

Ci sarebbe anche una sesta immagine, quella dell’ultimo giorno in cui sono un’ameba inerme sul divano con la copertina di lana totalmente k.o.  ma ho deciso che mi fermo alla precedente.

Ripenso alle parole e all’abbraccio della nonna dell’amichetto del nanetto

Ripenso al suo sguardo.

Ripenso a come mi sentivo io, decisamente rincoglionita e non proprio un fiore a causa dei malesseri, e come invece mi vedeva lei.

Uno strano ottimismo mi pervade.

Ora sono pronta per riprendere la “lotta” quotidiana.

13 pensieri riguardo “Immagini da ponte in ferie

    1. In effetti non potevo desiderare di meglio !

      "Mi piace"

  1. Immagini calde nonostante nebbia e pesce crudo

    Piace a 1 persona

    1. Dovevo compensare in qualche modo!😉😄

      "Mi piace"

  2. Io ho ancora gli incubi di quando portavo all’asilo mio figlio, partendo da casa alle 7:10. Terribile, specialmente quei giorni in cui lui iniziava a frignare.
    Belle le “diapositive” che ci hai illustrato, la vita è costellata di questi “fermo immagine”.

    Piace a 1 persona

    1. Il mio inizia a frignare ancora prima di aprire gli occhi alla mattina e prosegue così finché non lo mollo all’asilo e scappo sentendo le sue grida in sottofondo! Smette solo quei 10 secondi in cui beve il latte!
      Grazie, ogni è doveroso sforzarsi di ricordarle nei tempi bui!!!

      Piace a 1 persona

  3. Mi hai fatto tornare in mente uno splendido film che ho visto tempo fa, e che parlava proprio dell’importanza di guardare sempre alla vita con ottimismo. Il film è questo: https://wwayne.wordpress.com/2013/03/25/il-lato-positivo/. Se non l’hai visto, te lo consiglio caldamente. 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Grazie mille del consiglio e di aver accostato il mio post a questo film che ti é piaciuto molto! Cercheró di recuperarlo e vederlo con il tuo stesso spirito! Accetto sempre consigli sui film! Buona giornata! 😊

      "Mi piace"

      1. Anch’io adoro ricevere consigli sui film, e infatti è questo il motivo principale per cui sto su WordPress da più di 10 anni: non hai idea di quanti capolavori ho scoperto grazie alle chiacchierate virtuali con altri bloggers. Grazie a te per la risposta, e buona giornata anche a te! 🙂

        Piace a 1 persona

      2. ti tengo d’occhio allora!!!! 😉
        Buona settimana

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close