Capodanno

Al di là delle epiche mangiate natalizie in cui ho dato il meglio di me, la quasi totalità del tempo rimanente non sono stata proprio in formissima. Ero in modalità “Bradipo di Zootropolis”. Poi qualcosa è cambiato. E’ arrivato l’ultimo giorno dell’anno e sono rifiorita. Le energie sono tornate e mi è partito pure il trip dell’ordine compulsivo visto che i festeggiamenti per l’arrivo del 2018 si sarebbero tenuti a casa nostra. Il trip ha dato i suoi frutti: per qualche ora tutta la casa è rimasta pulita ed ordinata contemporaneamente!!!! Tutte le stanze insieme: non una sì e le altro no! Un’ondata di pensieri positivi mi ha pervaso: tutto era possibile per me! Tutto! Stare sveglia fino a mezzanotte. Cenare. Sistemare. Giocare coi bimbi. Interloquire con gli inviatati adulti. Cantare tutte le canzoni del countdown finale. Ballare. Partecipare con disinvoltura a tutti i trenini allegri dell’universo. Cambiare il Nanetto al ritmo di “ay ay caramba, ay ay caramba”  o rispondere a qualsiasi domanda con “Brigitte Bardot Bardot”. Era la notte del mio riscatto e nulla mi avrebbe fermato.

Sulla scia dell’entusiasmo avevo predisposto una tabella di marcia per gli invitati:

19.30 Cena bimbi

20.00 Aperitivo di benvenuto

21.00 Antipasti

21.30 Messa a letto dei bimbi (avevo preparato letti aggiuntivi per i bimbi altrui)

22.00 Primo piatto

22.30 Fase digestiva dei piatti proposti finora accompagnate da quattro chiacchere tra commensali

23.00 Gran arrosto con patate al forno

23.30 Inizio del countdown e balletti di gruppo

00.00 Pe pe, pe pe pe pe!  Pe pe, pe pe pe pe!!!!

00.30 Zampone e lenticchie

1.00 Commenti all’infinita tristezza che suscitano i programmi televisivi la notte di Capodanno con i soliti noti che ogni anno sono sempre più grotteschi

1.30 Panettone

2.00 Brigette Bardot, Bardot! Brigitte beijou beijou!

3.00 Ciao ragazzi e buon anno!

La realtà è che dovevo fare una selezione degli invitati in base alle fasce d’età. Sopra i 40 anni non avrei dovuto invitare nessuno. Se invitate degli ultraquarantenni a Capodanno sappiate che la tabella di marcia della serata sarà la seguente:

19.30 Cena bimbi

20.00 Aperitivo di benvenuto

20.30 Antipasti

21.00 Primo piatto

21.30 Gran arrosto con patate al forno

22.00 Messa al letto solo del mio Nanetto (gli altri sono rimasti svegli ed i letti vuoti)

22.30 Zampone e lenticchie

23.00 Ciao ragazzi, andiamo a casa perchè i bimbi hanno sonno. Buon anno!

Nemmeno il panettone. Nemmeno la mezzanotte. Nemmeno un brindisi.

Ricordo solo che alle 22.30 ho esclamato che a Capodanno lo zampone e le lenticchie si mangiano a mezzanotte e la risposta è stata: “Forse una volta, quando eravamo giovani!”.

A quel punto ho rammentato di avere 33 anni e di aver esclamato: “Ma io sono ancora giovane!!! Parlate per voi!!!”.

Unica reazione: risata generale.

Ciao ragazzi, andiamo a casa perchè i bimbi hanno sonno. Ah, buon anno!

 

5 pensieri riguardo “Capodanno

    1. Grazie!!! E comunque alle 3.00 ero ancora sveglia! Sola ma sveglia! 😂

      Piace a 1 persona

  1. Il tuo capodanno in confronto al mio é stato tipo come il carnevale di rio vs cena in casa di riposo. Io, mia moglie, i cani, pizza e coca cola, a mezzanotte piccolo brivido perché mi parte internet senza limiti e posso vedere netflix… Ma é stata una scelta voluta. Odio i festeggiamenti di fine anno e poi io di anni ne ho 50…
    Nota: Figli già a festeggiare da soli…
    E comunque, Auguri!

    Piace a 1 persona

    1. Anch’io odio i festeggiamenti di fine anno! Capodanno sempre in casa, pure a 18 anni! Meglio una cena per pochi intimi che grandi feste. Stavolta ero esaltata perché stavo bene ed ero piena di energia…inoltre primo Capodanno a casa nostra coi bimbi! Mi sono riscattata da quello di due anni fa in cui alle 22.48 mi sono accasciata sul divano per sprofondare in un sonno profondo dal quale mi sono risvegliata per 5 minuti alle 23.45, poi di nuovo coma dalle 23.50 finché alle 00.15 mi sono alzata per andare a letto! Di anni ne avevo 31 e non so se la stanchezza della gravidanza vale come scusa!
      Nota: ormai i giovani iniziano presto a festeggiare senza i matusa!
      Grazie mille e buon anno a te, giovincello!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close