Disallineata

Disallineata: è questa la mia posizione circa i miei coetanei. E’ così da sempre. Durante l’infanzia ero una bambina timida, riflessiva e sensibile. Reagivo male interiormente quando un altro bambino poteva commettere quello che io ritenevo una sleatà nei miei confronti. Capite bene che gli altri bambini magari non ritenevano sleale un comportamento a cui non avevano attreibuito la stessa importanza e di cui non conservavano nemmeno il ricordo. Era quindi difficile far comprendere loro il mio atteggiamento di risposta a quella che secondo me era una scorretteza subita. Diagnosi personale: “disallineamento con i coetanei”.

Durante l’adolescenza non è andata meglio, anzi. La sensibilità unita allo scombussolamento fisico ed emotivo che caratterizza questa delicata fase della vita mi ha portato a vivere tutto molto intensamente. Tutto sempre molto intimamente, nel mio io più profondo. Se ci uniamo anche un pizzico di serietà la situazione non poteva che amplificare la sensazione di lontananza dai coetanei. Capite bene che un ragazzino di 12 anni che non vive con la stessa tua sensibilità e serietà può inavvertitamente essere causa di pene esistenziali altrui. Questo quando lo fa inavvertitamente. Poi c’è anche la cattiveria subdola, ma stenderei un velo pietoso su tutto ciò: crescendo ho scoperto che la cattiveria degli adulti è più sottile senza avere l’alibi di attraversare una delle fasi più critiche delle propria vita. Diagnosi personale: “persiste nella sua condizione di disallineamento nei confronti dei coetanei”.

Dopo l’adolescenza si approda alla relazioni tra persone mature e lì credevo che mi sarei allineata coi miei coetanei prima o poi. Invece ho difficoltà pure qui. Le persone con cui mi trovo meglio sono sempre quelle più grandi. Non capisco ancora i mie coetanei. Non capisco questa voglia di non impegnarsi. Non capisco questa voglia di non fare fatica. Non capisco questa voglia di non avere impegni famigliari. Non capisco questa voglia di equiparare il divertimento ad uscire per bere, ridere con sconosciuti (nel senso di gente con cui non avere un confronto vero e sicero, ossia quella che potrebbe rientrare tranquillamente nella categoria “amici senza la A maiuscola”) e passare ore alla ricerca del selfie perfetto. Non capisco questa voglia di rifuggere dal condividere un pensiero sulla realtà che ci circonda, sulle sorti del mondo, sull’ultimo libro letto o sul film visto la sera prima. Non capisco questa voglia di superficialità. Non capisco questa ricerca costante del lato esteriore, dell’apparenza, dell’ultimo status symbol da esibire come un trofeo sociale. Non capisco perchè non capiscono la differenza tra leggerezza e superficialità. Diagnosi personale: “il disallineamento si è ormai incancrenito anche nella fase dell’età adulta”.

Non ho altro da aggiungere. Se ci fosse ancora mia nonna parlerei con lei a casa sua seduta sulla piccola sedia accanto alla finestra. Lei ascolterebbe anche le parole non dette. Lei darebbe un nome al mio umore anche in base alla tipologia del mio silenzio. Senza doverlo esplicitare a voce alta. Questo è allineamento.

Cura personale: “non vi è nessun rimedio”.

Quando si è “anziani inside” si è disallineati per sempre coi propri coetanei. Almeno fino ai 90 anni!

4 pensieri riguardo “Disallineata

  1. Essere inattuali a volte può essere una necessità, spesso è una condanna, ma a volte può diventare una grande fortuna

    Piace a 1 persona

    1. La moneta dell’essere inattuali ha le tre facce che hai descritto: due erano riduttive!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close