C’è chi aspetta Godot e chi aspetta Marta

Ho deciso di aprire la categoria “COLAZIONE DA (S)TIFFANY perchè ormai non conto più gli originalissimi incontri che faccio di prima mattina al bar. Ho deciso di raggrupparli qui per dare dignità ai bellissimi dialoghi che allietano l’inizio delle mie giornate tra un cappuccino e una brioche. Una categoria che mi consentirà di sorridere quando ne avrò bisogno.

Apriamo la categoria con l’incontro odierno che però in confronto agli altri si porebbe classificare come ordinario.

Sto per entrare al bar e vedo una ragazza di circa 20 anni davanti alla porta d’ingresso con in mano un raccoglitore e dei fogli. Mi guarda. La guardo. Mi sorride. Le rispondo con un accenno di sorriso pensando: “Che bello incontrare gente simpatica che sorride già di prima mattina!”. Mi guarda di nuovo: pare mi voglia dire qualcosa, ma si blocca. Io le rispondo con un sorriso vero. Si muove verso di me e penso: “Ecco, sono fregata! Vorrà vendermi qualcosa ed io, che sono gentile persino con quelli che telefonano per rifilarti subdoli contratti telefonici, non saprò risponderle male e perderò tempo ad ascoltarla anche se sono di fretta”. Invece lei mi sorpende e mi dice: “Ciao, sei Marta?”. Io con tono pacato: “No, mi spiace”. Lei, sorridendo: “Sto aspettando Marta!”. Io, sulla scia dell’entusiamo di aver incontrato una persona allegra: “E che facciamo ora che siamo contenti? Aspettiamo Marta!!!”. Lei, non capendo la mia semi-citazione: “Sei tu Marta, vero?”. Io: “No”. Lei, insistendo: “Dai sei tu! Non ci casco nello scherzo!”. Io: “No guarda, che non sono Marta! Veramente! Era una battuta alla Godot!”. Silenzio. Silenzio. Silenzio. Io: “Vedrai che Marta arriverà. Buona giornata”. Lei, sempre con il suo sorriso contagioso: “Grazie, anche a te”. Entro nel bar. Mi siedo al tavolo con il mio cappuccio e brioche annessa. Finisco la colazione e vedo la ragazza di prima: è seduta al tavolo con una tipa. Eccola! Finalmente Marta è arrivata! Non ha fatto sprecare inutilmente la vita ad altri come Godot! Le due ragazze parlano. Sembrano contente. Noto una cosa: Marta avrà 20/23 anni al massimo. Da una serie di particolari intuisco che è una studentessa universitaria. Sono commossa. Grazie ragazza sconosciuta per aver scambiato una ultratrentenne con una studentessa universitaria. Grazie per aver pensato che potessi avere ancora 20 anni. Grazie per aver allietato una giornata grigia.

Esco dal bar camminando ad un metro da terra pur non indossando tacchi vertiginosi e portandomi appresso un pizzico di orgoglio.

Sì, basta poco per farmi felice!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close