La tamarraggine: precisa scelta di stile

In macchina. Ferma al semaforo. Ritorno da una lunghissima giornata lavorativa. Luglio. Caldo. Molto caldo. All’improvviso ombra. Di lato un SUV che si affianca in coda. Bello, gigante, scintillante. Il proprietario che lancia sguardi sprezzanti in mia direzione.

Partono le note di una canzone da disco. E’ il momento: tiro fuori un po’ tamarraggine repressa.  Radio a tutto volume. Braccio fuori dal finestrino. Sguardo truce dagli occhialoni scuri. No,  il fumo della sigaretta non mi avvolge perché non serve.

Eh sì, mio caro: i finestrini abbassati sono una precisa scelta di stile. No, non è perché la macchina è rimasta sotto il sole tutto il giorno. No, non è perché  la mia macchina è più old della tua e l’aria condizionata inizia a fare il suo dovere al trentesimo chilometro. No, non è perché ho trascorso le ultime dieci ore ad accumulare un gran caldo in un ufficio che equivale ad un forno statico acceso perennemente a 220°. No, tutto ciò non ha nulla a che vedere con questo momento. Ribadisco: è una precisa scelta di stile.

Arrivano  i potenti  bassi della canzone. Alzo ancora di più il volume. Il tuo possente SUV tremerà. Oh, se tremerà. Il navigatore smetterà di indicarti la via ed il bluetooth si disconnetterà  interrompendo la conversazione dal titolo “Come educare il popolino al bello”.  I finestrini andranno in frantumi: verrai travolto anche tu dalla piacevole sensazione di appiccicaticcio, annebbiamento della vista e svenimento improvviso.

Eh no, mio caro: non è finita. Il “rythmn tamarro” si impossessa di me. Le note prendono vita correndo lungo il corpo. Partono dalla mano del braccio fuori dal finestrino, passano attraverso  le spalle per arrivare al braccio appoggiato sul volante. Tornano indietro da lì per arrivare alla testa che si muove nella versione evoluta del classico “tunz tunz” unidirezionale.

Il viale è lungo, i semafori molti ed il traffico intenso. Dall’alto del tuo SUV puoi vedere cose che i comuni mortali non possono nemmeno immaginare dal basso delle loro auto minuscole. Il “tunz tunz” del capo è accompagnato da un accenno di movimento di bacino ed i piedi danno manforte ai bassi. Il tutto condito dalla via voce che in quest’unica occasione canterà in un inglese perfetto.

Ah, un ultima cosa: conosco la durata del semaforo rosso. Spengo l’aria condizionata per dare un filo di ripresa in più alla mia cara old car. Frizione. Marcia. Verde. Partenza. Mangia la mia polvere!!!

Sì, è una precisa scelta di stile. Libera. Lucida. Immediata.

Ispirata da gente come te!

11 pensieri riguardo “La tamarraggine: precisa scelta di stile

    1. mi lusinghi? Sei sulla buona strada! 😉

      Piace a 1 persona

  1. Eh sì, quando ce vo’, ce vo’…

    Piace a 1 persona

  2. trovo i suv molto tamarri….

    "Mi piace"

    1. Pure io! Tamarri all’ennesima potenza! 😂

      Piace a 1 persona

  3. favolosa !!! ahahah vengo anche io la prossima volta e mentre passa il pezzo tamarro muovo la testa a tempo… ovviamente con il braccio fuori dal finestrino !!

    "Mi piace"

    1. Attacco simultaneo! Nessuno potrebbe uscirne vivo, nemmeno un Cayenne qualsiasi!!! 😂😂😉

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close