MORTE DI UNA LAGHÈE 

Oggi era la giornata giusta per azzardare il primo bagno ed inaugurare così la “stagione laghèe”! 

L’acqua era bellissima: limpida, calma, pulita. La temperatura perfetta: né “frizzantina”, né calda. Deliziosamente fresca.
Non c’era nemmeno troppa gente: quando riesco a ritagliarmi pochi minuti col pargolo per uscire di casa, la maggior parte delle persone ha già lasciato la riva. La temperatura dell’acqua non è però  sufficiente. Ci sono altre due pre-condizioni necessarie all’evento: l’avere con sé il costume e una baby sitter a disposizione. Sulla prima mi ero fatta trovare impreparata alla prima ondata di caldo di un mese e mezzo fa: ora mi sono attrezzata e non accadrà più. Sulla seconda, invece, temo sarà assai difficile avere la disponibilità di qualsiasi essere umano ai miei personalissimi orari.
Con le gambe a mollo nell’acqua rifletto: “Quando si verificheranno le tre condizioni magiche? QUANDO???”.
Attimi di attesa. Finalmente la risposta: “Nessuna corrispondenza trovata”.
Presa dallo sconforto torno sul prato e cerco di distrarmi: dedico le mie attenzioni alla prima anguria vista lago della mia vita.
Che immagine idilliaca: io sul prato a mangiare l’anguria tagliata in pezzetti dai contorni geometricamente perfetti e   riposti ordinatamente nel contenitore del pic-nic.
Come un milanese qualsiasi. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close